Nuovo gel sbiancante dentale: denti più bianchi, senza bruciature

Nuovo gel sbiancante dentale: denti più bianchi, senza bruciature
 
 La maggior parte delle persone vorrebbe sfoggiare un sorriso bianco perlato, ma nel tempo i denti possono macchiarsi di cibi, bevande e alcuni farmaci. Sfortunatamente, gli alti livelli di perossido di idrogeno nei trattamenti sbiancanti dei dentisti possono danneggiare lo smalto e causare sensibilità ai denti e irritazione delle gengive. Ora, i ricercatori che riportano in ACS Applied Materials & Interfaces hanno sviluppato un gel che, se esposto alla luce del vicino infrarosso (NIR), sbianca in modo sicuro i denti senza bruciare.

La crescente domanda di sorrisi pronti per i selfie ha reso lo sbiancamento dei denti una delle procedure dentistiche più popolari. I trattamenti presso lo studio dentistico sono efficaci, ma utilizzano perossido di idrogeno ad alta concentrazione (30-40%). I prodotti sbiancanti per la casa contengono meno perossido (6-12%), ma di solito richiedono settimane di trattamento e non funzionano altrettanto bene. Quando un gel sbiancante viene applicato sui denti, il perossido di idrogeno e le specie reattive dell'ossigeno derivate dal perossido (principalmente il radicale idrossile) degradano i pigmenti nelle macchie. Il radicale idrossile è molto più bravo in questo rispetto al perossido di idrogeno stesso, quindi i ricercatori hanno cercato di migliorare la capacità di sbiancamento del perossido di idrogeno a bassa concentrazione aumentando la generazione di potenti radicali idrossilici. Poiché gli approcci precedenti avevano dei limiti, Xingyu Hu, Li Xie, Weidong Tian e colleghi volevano sviluppare un gel sbiancante sicuro ed efficace contenente un catalizzatore che, se esposto alla luce NIR, convertisse bassi livelli di perossido di idrogeno in abbondanti radicali idrossilici.

I ricercatori hanno realizzato nanoparticelle di titania carenti di ossigeno che hanno catalizzato la produzione di radicali idrossilici dal perossido di idrogeno. L'esposizione delle nanoparticelle alla luce NIR ha aumentato la loro attività catalitica, consentendo loro di sbiancare completamente i campioni di denti macchiati con colorante arancione, tè o colorante rosso entro 2 ore. Quindi, i ricercatori hanno realizzato un gel contenente le nanoparticelle, un gel di carbomer e il 12% di perossido di idrogeno. L'hanno applicato a campioni di denti naturalmente colorati e li hanno trattati con luce NIR per un'ora. Il gel sbianca i denti proprio come un popolare gel sbiancante per denti contenente il 40% di perossido di idrogeno, con meno danni allo smalto. Il sistema di nanoparticelle è molto promettente per lo sbiancamento dei denti e potrebbe anche essere esteso ad altri applicazioni biomediche, come lo sviluppo di materiali antibatterici, affermano i ricercatori.

CONVERSATION